+

ASP Ferrara, centro servizi alla persona

Organizzazione

Dove sei: Homepage > Organizzazione

ASSEMBLEA DEI SOCI

Sindaco di Ferrara, di Masi Torello, di Voghiera o Assessori delegati
L'Assemblea dei soci è l’organo di indirizzo e di vigilanza sull’attività dell’ASP. Definisce gli indirizzi generali dell’ASP e nomina il Consiglio di amministrazione. Approva il piano programmatico, il bilancio di previsione, quello consuntivo e il bilancio sociale. Approva le trasformazioni del patrimonio e delibera le eventuali modifiche statutarie e l’ammissione di nuovi soci enti pubblici territoriali.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Angela Alvisi Presidente – Francesco Landi, Riccardo Galletti Consiglieri.
Il Consiglio di Amministrazione è l’organo che amministra l’ASP, è composto da tre membri e viene nominato dall’Assemblea dei Soci. Dura in carica cinque anni ed elegge al proprio interno il Presidente, che è il legale rappresentante dell’ASP, e il Vicepresidente. Individua le strategie e gli obiettivi di gestione in base agli indirizzi generali definiti dall’Assemblea dei Soci. Propone all’Assemblea dei Soci il piano programmatico, il bilancio di previsione, quello consuntivo e il bilancio sociale.

PRESIDENTE

Angela Alvisi
Il Presidente del Consiglio di amministrazione ha la rappresentanza legale dell’ASP e svolge in particolare le seguenti funzioni:

  • Convoca e presiede il Consiglio di amministrazione
  • Sovrintende al regolare funzionamento dell’ASP ed in particolare alla esecuzione degli atti
  • partecipa ai lavori dell’Assemblea dei soci.

Spetta al Presidente del Consiglio di amministrazione constatare la validità delle sedute del consiglio stesso, dirigere e regolare la discussione e stabilire le modalità di votazione. Partecipa ai diversi tavoli provinciali costituiti all’interno del Distretto.

REVISORE DEI CONTI

Francesco Pietrogrande
L’Organo di revisione contabile è costituito da un revisore unico nel caso in cui il volume di bilancio dell’ASP sia inferiore a trenta milioni di euro; in questo caso il revisore è nominato dalla Regione sulla base di una terna di nominativi indicati dall’Assemblea dei soci. L’Organo di revisione contabile esercita il controllo sulla regolarità contabile e vigila sulla correttezza della gestione economico finanziaria dell’ASP. Dura in carica fino al 30 giugno del quinto anno successivo a quello di nomina e comunque fino alla ricostituzione dell’Organo che gli succede, ed è rieleggibile una sola volta.

DIRETTORE GENERALE

Federica Rolli
Il Direttore è nominato dal Consiglio di Amministrazione anche al di fuori della dotazione organica dell’ASP. Il Direttore è responsabile della gestione aziendale e del raggiungimento degli obiettivi definiti dal Consiglio di Amministrazione, anche attraverso l’utilizzo delle risorse umane, finanziarie e strumentali assegnate dal Consiglio di Amministrazione. Il Direttore propone al Consiglio di Amministrazione i provvedimenti necessari a garantire il funzionamento delle strutture e il dispiegamento dei compiti amministrativi dell’ente.

ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE (OIV)

Il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 20.02.2016 ha nominato la Dottoressa Franca Berti in qualità di OIV monocratico (in carica per tre anni) dotato dei requisiti individuati dalla Commissione per la Valutazione, la Trasparenza e l’Integrità delle Amministrazioni Pubbliche (CIVIT) ai sensi dell’art. 13, comma 6, lettera g), del D.Lgs. n. 150/2009.
L'OIV esercita le funzioni previste dalla legge e, in particolare, a titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • esercita le attività di controllo strategico dell’Ente e ne riferisce annualmente al Consiglio di Amministrazione;
  • propone al Consiglio di Amministrazione , il sistema di valutazione della performance organizzativa e della performance individuale del Direttore Generale, dei titolari di posizione organizzativa;
  • monitora il funzionamento complessivo del sistema della valutazione, della trasparenza e integrità dei controlli interni ed elabora una relazione annuale;
  • comunica agli organi di governo tempestivamente le eventuali criticità riscontrate;
  • esprime un parere obbligatorio sulle metodologie;
  • supporta l’organo politico amministrativo e la direzione nella definizione degli obiettivi strategici, verificando la congruenza tra risultati conseguiti e obiettivi prefissati;
  • promuove e garantisce l’assolvimento degli obblighi relativi alla trasparenza ed all’integrità;
  • verifica i risultati e le buone pratiche di promozione delle pari opportunità.