+

ASP Ferrara, centro servizi alla persona

Sostegno ai cittadini in emergenza abitativa

Dove sei: Homepage > Abitazioni > Sostegno ai cittadini in emergenza abitativa

Con Delibera P.G. 42585 del 24/06/2013 il Consiglio Comunale ha approvato il nuovo regolamento per il sostegno ai cittadini in emergenza abitativa, che va a sostituire il precedente Regolamento di Assistenza

Che cos'è

È un servizio di assistenza per cittadini residenti nel Comune di Ferrara che si trovano senza casa per diverse ragioni.
Il sostegno può consistere:

  • nell'erogazione di un contributo economico per il pagamento dei canoni di affitto di un alloggio reperito autonomamente o nello stesso alloggio sottoposto a sfratto;
  • nell'assegnazione provvisoria di un alloggio dell'Agenzia Casa, con erogazione del contributo direttamente ad ACER;
  • nell'assegnazione provvisoria di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica sottratto temporaneamente all'assegnazione ordinaria.

Requisiti

Per accedere al sostegno occorre:

  • avere la residenza anagrafica almeno da due anni nel territorio comunale, fermo restando il rispetto della normativa dettata dal Testo Unico sull’Immigrazione, la quale richiede, ai cittadini di uno Stato non aderente all'UE, il possesso di permesso di soggiorno almeno biennale o di carta di soggiorno;
  • presentare prima dell’esecuzione, o al massimo entro 15 gg. dalla stessa, domanda di assegnazione di alloggio ERP;
  • possedere i requisiti oggettivi e soggettivi per l’accesso all’ERP.

Sono esclusi coloro che abbiano già beneficiato o di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica o del sostegno in oggetto nei 24 mesi antecedenti alla domanda.

Chi può fare domanda di sostegno

  • Sfrattati per morosità (purché: l'incidenza tra canone e ISE sia superiore al 30%; vi sia residenza anagrafica da almeno due anni nell’alloggio soggetto a procedura di sfratto; siano stati pagati 18 mesi di canone in maniera continuativa e regolare);
  • Mutuatari che hanno perso la casa per mancato pagamento del mutuo (purché ci sia un’incidenza di oltre il 30% tra rata e ISE);
  • sfrattati per fine locazione (solo se l’ISEE è inferiore a 8.577,00 euro, cioè alla metà dell’ISEE massimo previsto per l'accesso ad ERP);
  • separati (solo se l’ISEE è inferiore 8.577,00 euro; cioè alla metà dell’ISEE massimo previsto per l'accesso ad ERP);
  • coloro che hanno perso l’alloggio a seguito di procedura esecutiva diversa dal mancato pagamento del mutuo ipotecario sottoscritto per l’acquisto della casa esecutata (ad esempio, per un fallimento): il proprietario solo se residente in quell’alloggio e con calo reddito pari al 50% rispetto al precedente; l’inquilino solo ha un ISEE inferiore a 8.577,00 euro e ha stipulato la locazione prima dell’esecuzione;
  • comodatari (se residenti nell’immobile da almeno due anni) in possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi e con ISEE inferiore a 8.577,00 euro.

Sono esclusi gli sfrattati che hanno stipulato un contratto per la locazione di natura transitoria.

Sulla base delle domande presentate, viene redatta una apposita graduatoria di priorità nell’accesso al sostegno con assegnazione di un punteggio risultante dalle condizioni di ciascun nucleo familiare richiedente (numero di figli, presenza di invalidi, fase dell’esecuzione, ecc.).

Durata del sostegno

Il sostegno - in qualunque modo riconosciuto - dura 18 mesi, prorogabili al massimo fino a 24 mesi previa relazione del Servizio Sociale. Dopo tale scadenza cesseranno contributi e/o assegnazioni provvisorie. Ai nuclei che saranno ancora in forte difficoltà potranno essere proposte, previa valutazione della Giunta di concerto con ASP, soluzioni di sistemazione precaria.
Il regolamento disciplina le ipotesi di decadenza dal sostegno e la conseguente perdita dei relativi benefici.

Dove presentare la domanda

Ufficio Abitazioni di ASP
Via Ripagrande, 5 - 44121 Ferrara
Tel. 0532 799715 - 799713
Orari di ricevimento
lunedì, mercoledì dalle 9:00 alle 13:00
martedì dalle 14:30 alle 17:00

Allegati